09/07/2015 3:29 PM
Il Muscolo dell'Anima
Poche persone conoscono l’importanza del muscolo Psoas (ileopsoas), e’ il principale protagonista nel determinare la posizione del bacino e del tratto lombare e, di conseguenza, dell'intera postura.

E’ il più potente flessore dell'anca, la sua forza supera quella del quadricipite femorale, è l’unico muscolo che collega le gambe alla colonna vertebrale, quindi dal suo buon funzionamento dipende una corretta postura della colonna vertebrale.

Dei recenti studi sostengono che lo Psoas è strettamente collegato alle nostre emozioni, poiché messaggero primario del sistema nervoso centrale. Attraverso il tessuto connettivo, il muscolo è connesso col diaframma, quindi e’ coinvolto anche nella respirazione.

Uno stile di vita stressante libera elevate quantità di adrenalina nel nostro corpo mantenendo in tensione costante lo Psoas (il corpo e’ sempre pronto a reagire). Questo meccanismo di “auto-difesa” è in ognuno di noi. Situazioni di tensione/stress producono adrenalina, di conseguenza il cervello manda gli input al corpo pertanto come reazione lo Psoas si accorcia.

Un Psoas cronicamente stretto segnala continuamente al vostro corpo che siete in pericolo, esaurendo le ghiandole surrenali e affaticando il sistema immunitario nonche’ numerosi disagi quali: sciatica, problemi alle vertebre, problemi alle spalle, scoliosi, malfunzionamento degli organi nell’addome, problemi digestivi, degenerazione dell'anca e dolore al ginocchio.

Mantenere rilassato questo muscolo migliorerà notevolmente la nostra qualità di vita, ci sentiremo più vitali e creativi.
Uno Psoas libero dalle tensioni garantisce fluidità del bacino, miglioramento della postura, una respirazione e un ritmo cardiaco più equilibrati e molta piu energia vitale.

In alcune filosofie orientali è considerato “il muscolo dell’anima”, più lo Psoas è flessibile e forte, tanto più la nostra energia vitale puo’ fluire.

Un esercizio facile da eseguire e’ lo stretching della zona interessata. Esecuzione: per allungare i flessori dell’anca destra inginocchiarsi sul ginocchio destro e mettere il piede sinistro di fronte a voi in modo tale che l’anca sinistra e del ginocchio sono circa 90 gradi. Mettere le mani sul ginocchio sinistro e spingere il bacino in avanti fino a portare il fianco destro davanti al ginocchio destro, tenere per 20”. Mantenere il tronco verticale controllando con l’addome.


archivio approfondimenti
09/04/2015 9:55 AM
Yoga e alimentazione
09/04/2015 9:52 AM
Il segreto? Bere acqua e limone
09/04/2015 9:51 AM
Elisir di lunga vita
16/04/2015 5:54 PM
La respirazione diaframmatica
04/05/2015 11:05 AM
Super Food
20/05/2015 5:12 PM
Depurazione Acqua e Argilla
09/07/2015 3:29 PM
Il Muscolo dell'Anima
27/10/2015 3:12 PM
ASANA E CHAKRA
18/02/2016 2:16 PM
Un tè pregiatissimo: il Matcha
18/02/2016 3:26 PM
Amaro Svedese
24/02/2016 5:02 PM
Storia Zen
06/06/2016 3:42 PM
YOGA PER LA SCHIENA
27/03/2017 3:33 PM
Open your Heart